Centro di Promozione Culturale per il Cilento  


Venerdì, 7 Marzo, 2003


Torna all'home page
 
Primo Piano
Fatti
Cultura
Attualità
Società
Rubriche
Spazio aperto
Lettere al giornale
Contributi
Foto del Cilento
Redazione
   
Richiesta abbonamento
 

 GUESTBOOK
Firma il libro degli ospiti. Invia un commento su Cronache Cilentane On Line.

ABBONATI A CRONACHE CILENTANE
Sottoscrivi on line il tuo abbonamento a Cronache Cilentane. Riceverai ogni mese a casa tua una copia del giornale.

VUOI INSERIRE IL TUO BANNER PUBBLICITARIO SU CRONACHE ON LINE?
Scrivi a Cronache Pubblicità oppure telefona allo 0974-823606

PAGINA 6

Agropoli
Concorso internazionale per pianisti

Il XXV Concorso Internazionale di Esecuzione Pianistica e il XXV Concorso Internazionale Giovani Pianisti che si sono svolti ad Agropoli dal 22 al 27 ottobre hanno riscosso, come nelle passate edizioni, lusinghieri successi. Queste due competizioni musicali, che gli esperti del settore considerano tra le più importanti in ambito nazionale, sono organizzati dall'Associazione musicale "Le Muse" di Napoli, col contributo della Regione Campania, dell'Amministrazione Provinciale di Salerno e del Comune di Agropoli. Il Comitato d'onore anche quest'anno era formato da eminenti personalità del mondo della politica, della scuola e della cultura. Tra queste rileviamo: il dott. Alfonso Andria, presidente dell'Amministrazione Provinciale di Salerno; il prof. Francesco Volpe, docente universitario; l'avv. Giuseppe Capezzuto, presidente del Banco di Credito Cooperativo; l'ing. Sabato Di Gregorio, Sindaco del Comune di San Mauro Cilento; l'avv. Franco Alfieri, assessore della Provincia. Ad esaminare i 37 concorrenti provenienti da 15 Stati diversi, una giuria internazionale composta da docenti e pianisti rinomati: Pieralberto Biondi (Italia); Assuncion Codina (Spagna); Daniel Spielberg (Svizzera); Veronica Vitaité (Lituania); Patrizia Imperatore (Italia), Fernanda Wandschneider (Portogallo). A presiederla, la professoressa Paola Volpe, concertista mondiale di chiara fama e docente presso il Conservatorio Statale di Benevento. Sede ideale delle manifestazioni musicali, l'ampio e accogliente salone dell'hotel "Serenella".

XXV Concorso Internazionale Giovani Pianisti
È riservato ai concorrenti di età compresa tra i 6 e i 17 anni. Si è articolato in una prova eliminatoria, dove risultava obbligatorio l'esecuzione di autori come Chopin, Czerny e Bach, e in quella conclusiva, in cui sono stati interpretati brani di Haydn, Clementi, Scarlatti, nonché altri autori moderni a libera scelta.
In base al verdetto finale della giuria, i premi messi in palio sono stati attribuiti ai seguenti concorrenti:
- per la categoria "very young" (fino a 10 anni): primo premio a Salimdjavova Tamila (Uzbekistan); secondo premio ex-aequo a Tschalamoff Stefa (Germania) e a Iovcova Maria (Romania); terzo premio a Buchko Vladyslava (Ucraina);
- per la categoria A (da 11 a 13 anni); primo premio a Korsakoff Anton (Ucraina); secondo premio attribuito a Temurovas Samara (Uzbekistan); terzo premio a Lewek Tamara (Polonia);
- per la categoria B (dai 14 ai 17 anni): primo premio ex-aequo alle russe Khalina Irina e Enderbeya Elena.

XXV Concorso Internazionale di esecuzione Pianistica

Per questa competizione, molto più impegnativa della precedente, il regolamento non prevede limiti di età per i partecipanti. Durante le fasi eliminatorie i concorrenti hanno eseguito d'obbligo pezzi di Debussy; Listz; Bach, Scarlatti e Chopin. La prova conclusiva si è poi svolta con esecuzione di un concerto per pianoforte e orchestra scelti tra quelli di Haydn o Mozart. A ciò ha fatto seguito la deliberazione della giuria che ha assegnato il premio "Tito Aprea" (targa, diploma e assegno di 2.000 euro) alla giapponese Imagawa Hiroyo, che è riuscita ad aggiudicarsi anche il premio speciale "Antonio Napoletano" per la migliore esecuzione del Preludio di Debussy. Il secondo premio ex-aequo è andato a matej Arendarik (Slovacchia) e a Koseki Hiroko (Giappone). Il terzo premio non è stato assegnato.
Angelo Mazzeo

Nelle foto, la giapponese Imagawa Hiroyo e l’ucraino Korsakoff Anton






© 2003 Centro di Promozione Culturale per il Cilento - Web design Studio Scriptorium Agropoli